leccio da seme

Domande e risposte sui problemi che si possono incontrare durante la lavorazione dei bonsai.
Aiutiamoci vicendevolmente!!!
Forum per coltivazione a livello base
andria
Messaggi: 804
Iscritto il: sab feb 23, 2013 8:57 am
Località: prov.CA

Re: leccio da seme

Messaggio da leggereda andria » mar gen 24, 2017 6:25 pm

gabriele93 ha scritto:Bello il lavoro partendo da seme e complimenti per la costanza nella coltivazione, la corteccia ha assunto un colore chiaro simile a quello di un faggio o di un acero :-)
A mio parere però la disposizione della ramificazione andrebbe rivista, specialmente il punto da dove partono i rami (magari anche con qualche autoinnesto passante ) !


gabriele, non ho capito se ti riferisci alla disposizione dei rami primari (palchi) o secondari oppure a entrambi. se riesci a farmi degli esempi... così posso rispondere sul dettaglio.

frantore
Messaggi: 1499
Iscritto il: mar set 09, 2014 1:26 pm
Località: sardegna centro-orientale

Re: leccio da seme

Messaggio da leggereda frantore » mar gen 24, 2017 6:29 pm

La perplessità nasce dal fatto che le foglie adesso servono, molte mediterranee son sempreverdi perchè anche in inverno lavorano.
Bisognerà aspettare il germogliamento per averne di nuove, quindi tra qualche mese, credo.

andria
Messaggi: 804
Iscritto il: sab feb 23, 2013 8:57 am
Località: prov.CA

Re: leccio da seme

Messaggio da leggereda andria » mar gen 24, 2017 7:33 pm

si questa è una valutazione che avevo fatto, avrei dovuto attendere circa 2 mesi, il leccio riprende a vegetare ai primi di aprile.
ho considerato il fatto che avendo da lavorare altre piante e il tempo a mia disposizione limitato ai fine settimana,quindi ho anticipato. inoltre la pianta è in pieno vigore e anche il fatto che comunque si trattava di foglie vecchie che lavorano con efficienza fotosintetica ridotta. diverso il caso se avessi defogliato a fine estate. in definitiva ho valutato che la situazione della pianta non sarebbe cambiata molto se anche avessi aspettato altri 2 mesi.

frantore
Messaggi: 1499
Iscritto il: mar set 09, 2014 1:26 pm
Località: sardegna centro-orientale

Re: leccio da seme

Messaggio da leggereda frantore » mer gen 25, 2017 8:14 am

andria ha scritto: si trattava di foglie vecchie che lavorano con efficienza fotosintetica ridotta


Anche se ridotta comunque lavorano.

Ma la questione è un'altra: prima della caduta, dalle foglie si mobilizzano tutte le sostanze che la pianta può riciclare, e non son poche.
Quando la foglia cade vuol dire che non c'è più nulla da riutilizzare.
Nel tuo caso il germogliamento sarà più affaticante, mancando uno dei punti di accumulo di riserve e delle più preziose: i precursori del processo fotosintetico.

gabriele93
Messaggi: 1748
Iscritto il: lun giu 02, 2014 9:43 am
Località: Pienza (siena)

Re: leccio da seme

Messaggio da leggereda gabriele93 » mer gen 25, 2017 12:21 pm

andria ha scritto:
gabriele93 ha scritto:Bello il lavoro partendo da seme e complimenti per la costanza nella coltivazione, la corteccia ha assunto un colore chiaro simile a quello di un faggio o di un acero :-)
A mio parere però la disposizione della ramificazione andrebbe rivista, specialmente il punto da dove partono i rami (magari anche con qualche autoinnesto passante ) !


gabriele, non ho capito se ti riferisci alla disposizione dei rami primari (palchi) o secondari oppure a entrambi. se riesci a farmi degli esempi... così posso rispondere sul dettaglio.

Appena ho un attimo di tempo provo a farti una schematizzazione di ciò che ho in mente :D

andria
Messaggi: 804
Iscritto il: sab feb 23, 2013 8:57 am
Località: prov.CA

Re: leccio da seme

Messaggio da leggereda andria » mer gen 25, 2017 6:55 pm

frantore ha scritto:
andria ha scritto: si trattava di foglie vecchie che lavorano con efficienza fotosintetica ridotta


Anche se ridotta comunque lavorano.

Ma la questione è un'altra: prima della caduta, dalle foglie si mobilizzano tutte le sostanze che la pianta può riciclare, e non son poche.
Quando la foglia cade vuol dire che non c'è più nulla da riutilizzare.
Nel tuo caso il germogliamento sarà più affaticante, mancando uno dei punti di accumulo di riserve e delle più preziose: i precursori del processo fotosintetico.


anche questo è vero. purtroppo nelle sempreverdi non si può attendere che cadano tutte insieme di loro iniziativa e quindi una certa perdita di risorse diviene inevitabile con la defogliazione, anche tardiva.

andria
Messaggi: 804
Iscritto il: sab feb 23, 2013 8:57 am
Località: prov.CA

Re: leccio da seme

Messaggio da leggereda andria » dom feb 11, 2018 12:53 pm

aggiornamento con foto di oggi.
leccio rinvasato in un vasaccio da pochi euro; a questo punto mi interessa fargli prendere dimestichezza con un contenitore + piccolo. ho modificato appena l'inclinazione verso sinistra. alla fine dovrebbe risultare un inclinato leggero.
al momento l' apice risulta spoglio, però considerata la forte potatura che ho fatto mi aspetto emissione di nuovi germogli con i quali formare la ramificazione apicale, già da questo anno. inoltre sto valutando un ulteriore abbassamento del primo ramo di destra.
intanto vediamo come reagisce ma considerando il buon vigore acquisito nel vaso da coltivazione non dovrebbero esserci grossi problemi.

lecciofeb018.jpg
Non hai i permessi necessari per visualizzare i file allegati in questo messaggio.

Avatar utente
il grande nascondini
Messaggi: 375
Iscritto il: mar set 01, 2015 7:41 pm
Località: Osteno

Re: leccio da seme

Messaggio da leggereda il grande nascondini » dom feb 11, 2018 3:15 pm

Bella pianta :)
mi piace l'approccio che hai e la pazienza che ci metti per costruire le tue piante! L'unica cosa che non mi convince in foto è il piede, credo che l'avrei messa in una cassetta da coltivazione bassa e larga per farlo allargare un po'.

andria
Messaggi: 804
Iscritto il: sab feb 23, 2013 8:57 am
Località: prov.CA

Re: leccio da seme

Messaggio da leggereda andria » lun feb 12, 2018 4:16 pm

grazie nascondini, mi fa piacere quello che scrivi.
sulla base da allargare sono un po' perplesso,non mi sembra tanto stretta. sicuramente il nebari dovrà migliorare, dopo 5 anni di coltivazione senza nessuna educazione delle radici,ma penso che sia sufficiente un semplice vaso x far maturare al meglio.
se proprio devo trovare una cosa che al momento mi stona è il primo ramo di sinistra, non tanto x la posizione molto bassa, piuttosto perchè messo su un tratto rettilinio sotto una curva esterna. l'ideale sarebbe che partisse sulla prima curva che però è molto alta, come già detto in precedenza.

danielep
Messaggi: 206
Iscritto il: gio ott 03, 2013 6:23 pm
Località: San Donà di Piave - Clima temperato umido -

Re: leccio da seme

Messaggio da leggereda danielep » lun feb 12, 2018 4:32 pm

Bel lavoro, complimenti :D
Secondo me, il punto di forza della pianta sta proprio nel primo ramo di destra che fa quella strana curva, molto suggestivo.
Sembra si noti ancora il taglio netto della capitozzatura, da smussare.
Del resto, non so come si comporti il leccio e non so valutare il discorso della defogliazione anticipata, ma il discorso di Frantore sembra convincente.
Ormai devi solo stare a vedere :D

Avatar utente
il grande nascondini
Messaggi: 375
Iscritto il: mar set 01, 2015 7:41 pm
Località: Osteno

Re: leccio da seme

Messaggio da leggereda il grande nascondini » lun feb 12, 2018 4:59 pm

andria ha scritto:grazie nascondini, mi fa piacere quello che scrivi.
sulla base da allargare sono un po' perplesso,non mi sembra tanto stretta. sicuramente il nebari dovrà migliorare, dopo 5 anni di coltivazione senza nessuna educazione delle radici,ma penso che sia sufficiente un semplice vaso x far maturare al meglio.
se proprio devo trovare una cosa che al momento mi stona è il primo ramo di sinistra, non tanto x la posizione molto bassa, piuttosto perchè messo su un tratto rettilinio sotto una curva esterna. l'ideale sarebbe che partisse sulla prima curva che però è molto alta, come già detto in precedenza.


Scusa, mi spiego meglio. Mi sembra che si allarghi bene la base, però le radici mi sembra facciano un effetto di "rientrare". Provo a spiegarmi meglio con la foto.

lecciofeb018.jpg


Forse però basta semplicemente alzare un po' il livello del terreno per far sparire questo effetto.
Non hai i permessi necessari per visualizzare i file allegati in questo messaggio.

andria
Messaggi: 804
Iscritto il: sab feb 23, 2013 8:57 am
Località: prov.CA

Re: leccio da seme

Messaggio da leggereda andria » mar feb 13, 2018 5:34 pm

questo sicuramente. magari un po' di sfagno in prossimità del piede x favorire l'emissione di radici superficiali.

Avatar utente
Psycho_alchemist
Messaggi: 2153
Iscritto il: mer mag 06, 2015 10:17 am
Località: Milano

Re: leccio da seme

Messaggio da leggereda Psycho_alchemist » mer feb 14, 2018 10:57 am

Andria veramente una bella evoluzione, vedo solo ora il post.
Mi lascia perplesso il primo ramo, lo vedo troppo basso.
Io valuterei se toglierlo e cambiare inclinazione verso sinistra.
Ti guadagnerebbe in piede, il primo ramo a destra non starebbe male "rialzato".
Certo ci sarebbero piccoli aggiustamenti da fare, ma credo ne guadagnerebbe in bilanciamento.

chimico
Messaggi: 2966
Iscritto il: gio lug 14, 2011 7:10 am
Località: Mangone(CS) e Roma

Re: leccio da seme

Messaggio da leggereda chimico » mer feb 14, 2018 2:35 pm

Bella evoluzione, anche io come Psycho lo vedrei più inclinato a sinistra, ma l'eliminazione del ramo di sinistra non mi convince, sembra basso si, ma secondo me quel ramo spezza un po' otticamente sul tronco che mi dà l'impressione (da foto) che sia cilindrico.. comunque è un taglio da valutare dopo l'inclinazione..

andria
Messaggi: 804
Iscritto il: sab feb 23, 2013 8:57 am
Località: prov.CA

Re: leccio da seme

Messaggio da leggereda andria » mer feb 14, 2018 7:19 pm

si sono d'accordo, l'avevo già detto poco sopra che quel ramo li mi stonava. diverse volte sono stato tentato di eliminarlo. tuttavia due cose mi hanno x il momento trattenuto.
la zona di raccordo con il tronco è molto ampia , ciò significa un grosso taglio e relativa lentezza del leccio a cicatrizzare. va detto però che frontalmente la ferita si noterebbe poco.
l'altro punto è che il primo ramo a sinistra si troverebbe troppo alto per essere primo ramo.
sicuramente ci sarebbe da ripensare tutta la struttura della pianta che ultimata dovrebbe essere più alta x rispettare le proporzioni canoniche.
altra cosa, questo ramo basso non mi piace come si sviluppa. non escludo di ricostruirlo pardendo da quel secondario in prossimità del punto di raccordo. ora si tratta di vedere come reagisce la pianta dopo il rinvaso.


Torna a “Coltiviamo insieme”



Chi c’è in linea

Visitano il forum: ilniele, marco1977, pacoffigno e 6 ospiti