La meraviglia della fatica

Argomenti contenenti immagini, storie di piante, dettagli evocativi o di ispirazione e che possano dare spunti o semplicemente piacere e dare emozioni positive
Regole del forum
Evitare contenuti coperti da copyright o che possano ledere i diritti riguardanti i contenuti intellettuali.
Avatar utente
LoGu23
Messaggi: 12
Iscritto il: ven giu 16, 2017 9:06 am
Località: Cossato (BI)

La meraviglia della fatica

Messaggio da leggereda LoGu23 » lun feb 26, 2018 6:21 pm

Avete mai visitato il Santuario di Oropa, in provincia di Biella?

Se la risposta è no, vi suggerisco di andarci almeno una volta nella vita, non solo per la monumentalità del posto, ma anche per i paesaggi e la flora che lo circondano. Da esso dipartono molti sentieri dal carattere storico, date le numerose citazioni e preghiere ai caduti in guerra che troverete percorrendoli, sormontati da maestosi e contorti esemplari di faggio, assieme a qualche abete e piccola betulla, che conferiscono ancora più solennità al luogo.

Abitando nei dintorni, spesso vado a farmi una passeggiata per staccare dal solito tran tran quotidiano e godermi la tranquillità del posto (e magari mangiarmi un bel piatto di polenta concia, giusto per rinforzarsi un pò).
Quest'inverno, durante una delle mie escursioni, noto un esemplare di faggio che spunta da una roccia, vicino ad uno dei tanti inni scolpiti. Aveva un tronco robusto, quasi dovesse sostenere lui la parete, e una bella chioma, con tante piccole ramificazioni dove erano ancora attaccate le foglie autunnali. Ne sono rimasto affascinato, quasi intenerito, nel vederlo spuntare da uno spiraglio dove di terra quasi non ce n'era. Ad una più attenta osservazione, ho notato che ai tempi avevano cercato di troncarlo quasi al piede - data la grossa cicatrice troppo netta per essere naturale -, forse perché molto probabilmente chi di dovere aveva paura che crescendo andasse a coprire la scritta incisa nella roccia.
Mi sono soffermato a guardarlo per un pò, cominciando a pensare alle fatiche che ha affrontato in questi anni, e alla tenacia che risiede in esso. Nonostante il posto infelice e i drammi vissuti, era come se volesse dire "In barba a tutto, io resto qui".

Prima di andarmene, gli ho fatto qualche foto (poche, perché pareva scocciato). Dopodiché, con un sorriso, continuai per la mia strada, lasciandomi alle spalle quel piccolo e fiero alberello, meraviglia della fatica.
Allegati
2018-02-11 12.51.03.jpg
2018-02-11 12.40.59.jpg
2018-02-11 12.40.33.jpg
2018-02-11 12.40.49.jpg
2018-02-11 12.40.52.jpg
2018-02-11 12.57.14.jpg
Ultima modifica di LoGu23 il mar feb 27, 2018 12:02 am, modificato 1 volta in totale.

federicotoffo
Messaggi: 157
Iscritto il: lun nov 21, 2011 8:49 pm
Località: udine
Contatta:

Re: La meraviglia della fatica

Messaggio da leggereda federicotoffo » lun feb 26, 2018 10:24 pm

Magnifico, grande esempio di quello che una pianta può sopportare, e di come può dimostrare una estrema tenacia.
Purtroppo devo muovere una piccolissima obiezione alle fantastiche cose che hai detto, solo una piccolezza.
In realtà, più che un carpino, ad occhio direi che è un magnifico Faggio..... :wink: :wink:

Avatar utente
LoGu23
Messaggi: 12
Iscritto il: ven giu 16, 2017 9:06 am
Località: Cossato (BI)

Re: La meraviglia della fatica

Messaggio da leggereda LoGu23 » mar feb 27, 2018 12:01 am

Ecco, mi sono confuso un'altra volta :oops: Grazie per avermelo fatto notare, provvedo subito a correggere! :wink:

gabriele93
Messaggi: 1728
Iscritto il: lun giu 02, 2014 9:43 am
Località: Pienza (siena)

Re: La meraviglia della fatica

Messaggio da leggereda gabriele93 » lun mar 26, 2018 11:32 am

Meraviglioso Logu
Dalla fessura, uno scorcio da natura!
Complimenti per la narrazione, sembrava di passeggiare dentro al santuario in questione :-)


Torna a “Emozioni, ispirazioni storie ed immagini”



Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite